Vai menu di sezione

Esumazioni

Modalità,tempi e costi per l'effettuazione delle esumazioni.

Esumazioni

Esumazioni ordinarie

Il turno ordinario di esumazione è pari a dieci anni. Tutte le esumazioni eseguite dopo questo periodo sono esumazioni ordinarie e vengono disposte dall’ufficio comunale in base alla necessità di nuove inumazioni.
L’Ufficio comunale avverte per iscritto, con congruo anticipo, i familiari dei defunti, se conosciuti o se reperibili con ricerche presso l’anagrafe comunale. L’avviso è diretto al parente più prossimo che avrà l’onere di avvertire anche gli altri famigliari interessati. Chi intende recuperare i resti del proprio defunto deve richiederlo all’ufficio comunale entro il termine indicato nell’avviso.
Le esumazioni possono essere effettuate tutti i mesi dell’anno. Qualora la salma non sia completamente mineralizzata verrà traslata nel campo di mineralizzazione all’interno del cimitero, ove rimarrà per almeno 5 anni e comunque per il tempo sufficiente al completamento del processo. Laddove non sia dissenziente il coniuge, o in mancanza, il parente più prossimo, la salma non mineralizzata può essere avviata alla cremazione su disposizione del Sindaco.
Le ossa rinvenute, qualora i familiari non richiedano la collocazione in una sepoltura privata, vengono depositate nell’ossario comune in modo indistinto.

Esumazioni straordinarie

Sono esumazioni straordinarie quelle effettuate prima del periodo decennale di inumazione. Salvo che per quelle disposte dall’autorità giudiziaria, le esumazioni sono autorizzate dal Sindaco su richiesta dei familiari per il trasferimento della salma ad altra sepoltura o per la cremazione della stessa.
Le esumazioni straordinarie richieste dai familiari possono essere effettuate in tutti i mesi dell’anno. La relativa richiesta è presentata al competente ufficio comunale e nella stessa viene specificata la destinazione della salma.

Estumulazioni

Le estumulazioni di feretri si suddividono in ordinarie e straordinarie.
Sono estumulazioni ordinarie quelle eseguite, indipendentemente dalla durata della concessione, purchè dopo una permanenza in tumulo di almeno 30 anni; sono straordinarie tutte le altre.
Le estumulazioni straordinarie sono di due tipi: a richiesta dei familiari interessati, previa autorizzazione del Sindaco, laddove la permanenza del feretro nel tumulo sia inferiore a 30 anni o su ordine dell’autorità giudiziaria.
Se i resti mortali, a seguito di estumulazione ordinaria, non sono in condizioni di completa scheletrizzazione, a richiesta degli aventi titolo, sono avviati in campo di mineralizzazione o all’impianto di cremazione. In assenza di richiesta dei familiari vengono inviati d’ufficio o al campo di mineralizzazione o all’impianto di cremazione qualora gli aventi titolo non siano dissenzienti.

Pagina pubblicata Venerdì, 04 Gennaio 2013 - Ultima modifica: Lunedì, 27 Gennaio 2014
torna all'inizio del contenuto