Vai menu di sezione

Affidamento Ceneri

Presupposti e modalità per l'affidamento delle ceneri.

Affidamento ceneri.

Sulla base di manifestazione di volontà del defunto, o su richiesta dei familiari secondo quanto previsto dal Regolamento comunale di Polizia Mortuaria per l’autorizzazione alla cremazione, l’urna contenente le ceneri può essere oggetto di affidamento familiare per la conservazione presso l’abitazione privata all’interno del territorio comunale.
Il comune autorizza l’affidamento dell’urna contenente le ceneri del defunto annotando su apposito registro le generalità del soggetto affidatario, quelle del defunto e il luogo di conservazione delle stesse, nonché eventuali variazioni.
Il soggetto affidatario è tenuto a conservare l’urna cineraria in luogo idoneo e ad adottare tutti gli accorgimenti necessari a garantirne l’integrità. Il comune può disporre in qualsiasi momento i controlli necessari accertanti il rispetto delle prescrizioni d’ufficio.
In qualsiasi momento l’affidatario, o suoi eredi, possono rinunciare all’affidamento delle ceneri riconsegnandole al comune per essere conservate nel cimitero in apposita sepoltura privata ovvero disperse nel cinerario comune.
Se il luogo di conservazione dell’urna contenente le ceneri è diverso dal comune di decesso, quest’ultimo ne autorizza il trasporto al comune di destinazione il quale provvede a formalizzare l’affidamento.

Pagina pubblicata Venerdì, 04 Gennaio 2013 - Ultima modifica: Lunedì, 27 Gennaio 2014

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto