Vai menu di sezione

Occupazione suolo pubblico per propaganda elettorale e referendaria

Tutte le informazioni utili alla procedura per ottenere il rilascio delle concessioni per l'occupazione di suolo pubblico per campagna elettorale o referendaria nei 30 giorni antecedenti allo svolgimento delle elezioni o referendum.

Chi può richiedere

Partiti o raggruppamenti politici partecipanti alla campagna elettorale o referendaria.

Quanto costa

Canone per l'occupazazione di spazi ed aree pubbliche

Il canone per l'occupazione di suolo pubblico è calcolato in base al luogo dell'occupazione, alla durata ed alla superficie occupata.

Ai sensi dell'art. 22 lett. n) del Regolamento di applicazione del canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche, le occupazioni promosse per manifestazioni od iniziative a carattere politico purché l’area complessivamente indicata nella richiesta di concessione non ecceda i dieci metri quadrati, e di durata non superiore a ventiquattro ore, sono esonerate dal pagamento del canone.

Le aree individuate per l’occupazione di suolo pubblico per propaganda elettorale e referendaria, sono concedibili, con ogni singolo provvedimento, per massimo 1 giorno e per una superficie non superiore ai 10 mq. Le stesse sono quindi esenti dall’applicazione del canone COSAP.

Imposta di bollo

Ai sensi dell'art. 1 della tabella allegato B al D.P.R. 26.10.1972, n. 642, le richieste rivolte al Comune di Dro per l’occupazione temporanea di suolo pubblico a fini politici sono esenti dall’imposta di bollo.

Al riguardo, si precisa, sulla base degli orientamenti formalmente espressi dall'Agenzia delle Entrate, che le richieste ed i provvedimenti di concessione di occupazione di suolo pubblico per propaganda elettorale e referendaria sono esenti dal pagamento dell’imposta di bollo, rispettivamente se presentate e rilasciati nei 30 giorni antecedenti la data di svolgimento della consultazione e se presentate e rilasciati da ed a forze politiche ammesse nelle liste elettorali.

Sono pertanto assoggettate al pagamento dell'imposta di bollo nella misura stabilita dalla legge le istanze di concessione di suolo pubblico per propaganda elettorale o referendaria:

  • presentate dalle forze politiche ammesse nelle liste elettorali al di fuori dei 30 giorni antecedenti la data di svolgimento della consultazione elettorale;
  • presentate da soggetti diversi dalle forze politiche ammesse nelle liste elettorali.

Sono parimenti assoggettati al pagamento dell'imposta di bollo nella misura stabilita dalla legge i provvedimenti di concessione di suolo pubblico per propaganda elettorale o referendaria:

  • rilasciati a soggetti diversi dalle forze politiche ammesse nelle liste elettorali.
Come fare / Cosa fare

I rappresentanti dei partiti o delle liste potranno presentarsi presso l'Ufficio competente, in orario d’ufficio, per verificare la disponibilità delle aree e compilare il Modulo "Richiesta di concessione per l’occupazione temporanea di spazi ed aree pubbliche per propaganda elettorale e referendaria"

Le richieste dovranno essere presentate almeno 48 ore prima dell'inizio dell'occupazione (esclusi i festivi).

L'assegnazione degli spazi sarà effettuata in modo da garantire pari accesso a tutti i richiedenti alle aree individuate.

Riferimenti normativi
Pagina pubblicata Venerdì, 19 Febbraio 2016 - Ultima modifica: Mercoledì, 03 Aprile 2019

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto