Ti trovi in:

Home » Comunicazione » Il Comune informa » Comunicati stampa » Il consiglio per la Pace tra Dro e Drena

Il consiglio per la Pace tra Dro e Drena

di Martedì, 27 Novembre 2018
Immagine decorativa

Significativo l'incontro tra l'amministrazione di Dro e quella di Drena insieme agli alunni delle scuole cittadine per parlare di pace in ricordo della firma dell'armistizio dell'11 novembre 1918 che mise fine ai conflitti della Prima Guerra Mondiale. Un centenario che il Coordinamento dei presidenti del Consiglio del Trentino hanno voluto e sostenuto.

Momento istituzionale di grande importanza quello che si è svolto recentemente nella sala consigliare di Dro nella quale si sono riuniti i consiglieri comunali, gli assessori e i sindaci delle amministrazioni di Dro e Drena per “Il consiglio della pace” voluto per il centenario dell’armistizio avvenuto l’11 novembre 1918, in cui l’Impero tedesco e le potenze alleate sottoscrissero l’atto formale della fine dei combattimenti della Prima guerra mondiale. A sostenere l’iniziativa il Coordinamento dei presidenti del consiglio del Trentino che sono riusciti a coinvolgere ben 25 Comuni della Provincia. Tra questi, appunto, Dro e Drena che hanno coinvolto i bambini e le bambine delle classi V della scuola Primaria “Fabrizio De Andrè”, i ragazzi e le ragazze delle classi terze dell’Istituto Nuova Europa e i rappresentanti delle associazioni di volontariato, per discutere apertamente con le future generazioni del delicato tema della pace. Dopo il minuto di silenzio a ricordo dei caduti di tutte le guerre, degli uomini e delle donne che hanno combattuto per degli ideali e di tutte le vittime di violenza, lo storico Ludovico Tavernini, in qualità di rappresentante del Museo Alto Garda (Mag), ha illustrato la situazione politico-economica in cui si è sviluppato il primo conflitto mondiale. Ha quindi indicato agli studenti presenti i luoghi comunali strettamente connessi con gli i tragici eventi di quella guerra. Successivamente, il referente del Progetto Memoria, Michele Liboni, ha illustrato le finalità del progetto spiegando nel dettaglio le illustrazioni presenti sulla targa collocata sul camminamento che collega i due istituti scolastici. Infine gli alunni hanno potuto partecipare al dibattito sollevando domande e curiosità. Dro e Drena, grazie alla sensibilità degli amministratori e dei rispettivi consigli comunali e alle numerose iniziative messe in campo negli anni, hanno cercato di essere parte attiva su questa tematica, come concreto esempio civico e istituzionale, attraverso azioni di accoglienza e soprattutto di educazione alla cittadinanza e al rispetto dell’altro. Perché pace e tolleranza, ma soprattutto il rispetto dei diritti umani e della dignità del singolo si costruiscono e si mantengono grazie al contributo quotidiano di tutti. Particolarmente intensi i discorsi dei due sindaci Vittorio Fravezzi e Tarcisio Michelotti oltre che della presidente del consiglio e sostenitrice dell’iniziativa Ginetta Santoni.

Foto di FotoeRicordi Dro